Formato Riunione SLAA standard

FORMATO RIUNIONE SLAA

Questo è il formato per le riunioni di SLAA standard (non H.O.W.)

Chi gestisce l’account Zoom chiede se per la riunione sono stati già trovati i servitori e nel caso chiede se qualcuno si offre volontario a fare: 

  • il moderatore della riunione (vengono richieste almeno 24h di sobrietà )
  • il cronometratore spirituale ovvero chi tiene il tempo
  • un volontario che voglia condividere lo schermo per leggere il formato e le letture
  • se qualcuno si offre nell’aiutare a leggere il formato e la letteratura 

 

NOTA BENE: IL FORMATO PER IL CONDUTTORE È IN GRASSETTO

 

INIZIO RIUNIONE 

Benvenuti alla riunione del gruppo Zoom di SLAA (dipendenti dal sesso e dall’amore anonimi). Mi chiamo ……… .e stasera sarò la moderatrice / il moderatore. 

Vi chiedo per favore di silenziare i vostri microfoni. Potete eseguire questa operazione su Zoom facendo click sul pulsante del microfono presente nella barra dei comandi. Quando il moderatore vi chiederà se volete condividere, aprite il vostro microfono. Quando avrete terminato, disattivatelo nuovamente. La telecamera può essere accesa o spenta a scelta.

Vi invito ad unirvi a me in un momento di raccoglimento, seguito dalla Preghiera della Serenità. 

Dio, concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso e la saggezza di conoscerne la differenza. Sia fatta la tua volontà, non la mia 

 

  • Chiedo a …..di leggere il Preambolo di S.L.A.A (il moderatore può scegliere qualcuno tra i partecipanti per fare ciascuna lettura)

S.L.A.A. – PREAMBOLO 

S.L.A.A., dipendenti dal sesso e dall’amore anonimi è una fratellanza orientata ai 12 Passi e alle 12 Tradizioni, basata sul modello pionieristico di Alcolisti Anonimi. 

L’unico requisito per far parte di S.L.A.A. è il desiderio di smettere di rivivere il proprio comportamento malsano di dipendenza dal sesso e dall’amore. 

S.L.A.A. è supportata interamente attraverso le contribuzioni dei propri membri, è gratis e dà il benvenuto a chiunque ne abbia bisogno. 

Per fronteggiare le conseguenze distruttive della dipendenza dal sesso e dall’amore noi applichiamo cinque strumenti principali: 

1. SOBRIETÀ. La nostra disponibilità a fermare la pratica del nostro personale comportamento dipendente di fondo, un giorno alla volta. 

2. SPONSORIZZAZIONE E INCONTRI. La nostra capacità di chiedere aiuto per ricevere il supporto amichevole all’interno di S.L.A.A. 

3. PASSI. La nostra pratica del programma di recupero dei 12 Passi per raggiungere la sobrietà dal sesso e dall’amore. 

4. SERVIZIO. Restituendo alla comunità di S.L.A.A. ciò che stiamo continuando gratuitamente a ricevere. 

5. SPIRITUALITÀ. Sviluppando una relazione con un Potere più grande di noi che può guidarci e sostenerci nel recupero. 

Come associazione S.L.A.A. non ha opinioni su istanze esterne e cerca di non essere coinvolta in controversie. S.L.A.A. non è affiliata con nessun’altra organizzazione, movimento o causa, sia essa laica o religiosa. 

Tuttavia noi siamo uniti in uno scopo comune: affrontare il nostro comportamento dipendente dal sesso e dall’amore. 

Noi individuiamo un comune denominatore nel nostro comportamento compulsivo ossessivo divenuto sempre maggiormente incontrollabile e che rende irrilevante ogni personale differenza di orientamento o di genere. 

Abbiamo bisogno di proteggere con particolare cura l’anonimato di ogni membro di S.L.A.A. Tentiamo inoltre di evitare di attirare un’eccessiva attenzione su S.L.A.A. nel suo insieme da parte dei media. 

Per la sicurezza del nostro gruppo, questo incontro è riservato a chiunque si identifichi come dipendente dal sesso e dall’amore purché rispetti l’anonimato dei partecipanti.

 

  • Chiedo a …..di leggere i Dodici Passi di S.L.A.A. 

 

S.L.A.A. – I DODICI PASSI 

1) Abbiamo ammesso di essere impotenti di fronte alla dipendenza dal sesso e dall’amore e che le nostre vite erano divenute incontrollabili. 

2) Siamo giunti a credere che un Potere più grande di noi potrebbe ricondurci alla ragione. 

3) Abbiamo preso la decisione di affidare le nostre volontà e le nostre vite alla cura di Dio, come noi potemmo concepirLo. 

4) Abbiamo fatto un inventario morale profondo e senza paura di noi stessi. 

5) Abbiamo ammesso di fronte a Dio, a noi stessi e a un altro essere umano, l’esatta natura dei nostri torti. 

6) Eravamo completamente pronti ad accettare che Dio eliminasse tutti questi difetti di carattere. 7) Gli abbiamo chiesto con umiltà di eliminare i nostri difetti. 

8) Abbiamo fatto un elenco di tutte le persone cui abbiamo fatto del male e siamo diventati pronti a rimediare ai danni recati loro. 

9) Abbiamo fatto direttamente ammenda verso tali persone, laddove possibile, tranne quando, così facendo, avremmo potuto recare danno a loro oppure ad altri. 

10) Abbiamo continuato a fare il nostro inventario personale e, quando ci siamo trovati in torto, lo abbiamo subito ammesso. 

11) Abbiamo cercato attraverso la preghiera e la meditazione di migliorare il nostro contatto cosciente con Dio, come noi potemmo concepirLo, pregandoLo solo di farci conoscere la Sua volontà nei nostri riguardi e di darci la forza di eseguirla. 

12) Avendo ottenuto un risveglio spirituale come risultato di questi Passi, abbiamo cercato di portare questo messaggio agli altri dipendenti e di mettere in pratica questi principi in tutte le nostre attività.

 

  • Chiedo a …..di leggere le Dodici Tradizioni di S.L.A.A. 

 

S.L.A.A. – LE DODICI TRADIZIONI 

  1. Il nostro comune benessere dovrebbe venire in primo luogo, il nostro recupero personale dipende dall’unità di S.L.A.A. 
  2. Per i fini del nostro Gruppo c’è solo un’autorità ultima: un Dio d’amore così come può esprimersi attraverso la coscienza del Gruppo. I nostri capi sono solo dei servitori di fiducia; essi non governano. 
  3. L’unico requisito per essere membri di S.L.A.A. è il desiderio di smettere di vivere secondo lo schema della dipendenza dal sesso e dall’amore. Due o più persone riunite per darsi assistenza reciproca nel recupero dalla dipendenza dal sesso e dall’amore possono definirsi un Gruppo S.L.A.A. purché in qualità di Gruppo non abbiano altre affiliazioni. 
  4. Ogni Gruppo dovrebbe essere autonomo, eccetto per le circostanze riguardanti altri Gruppi o S.L.A.A. nel suo insieme. 
  5. Ogni Gruppo ha un solo scopo: trasmettere il suo messaggio ai dipendenti dal sesso e dall’amore che soffrono ancora. 
  6. Un Gruppo S.L.A.A., o S.L.A.A. nel suo insieme, non dovrebbe mai promuovere, finanziare o prestare il nome di S.L.A.A. ad altre organizzazioni o imprese estranee, per evitare che problemi di denaro, proprietà o prestigio possano distrarci dal nostro scopo primario. 
  7. Ogni Gruppo S.L.A.A. dovrebbe autofinanziarsi completamente, declinando ogni contributo esterno. 
  8. S.L.A.A. dovrebbe rimanere sempre non professionale, ma i nostri centri di servizio possono assumere impiegati esterni. 
  9. S.L.A.A., in quanto tale, non dovrebbe mai essere organizzata, ma possiamo creare dei comitati di servizio che hanno responsabilità dirette verso coloro per i quali prestano la loro opera. 
  10. S.L.A.A. non ha opinioni su argomenti estranei, di conseguenza il nome di S.L.A.A. non dovrebbe mai essere menzionato in pubbliche controversie.
  11. La nostra politica di relazioni pubbliche è basata sull’attrazione più che sulla propaganda; abbiamo bisogno di mantenere sempre l’anonimato personale a livello di stampa, radio, tv, film e altri mezzi di comunicazione di massa. Abbiamo bisogno di salvaguardare con particolare attenzione l’anonimato di tutti i membri di S.L.A.A. 
  12. L’anonimato è la base spirituale di tutte le nostre tradizioni, che ci ricorda sempre di porre i princìpi al di sopra delle singole personalità. 

 

  • Chiedo a …..di leggere le caratteristiche della dipendenza dal sesso e dall’amore (nella 3^ settimana si leggono le caratteristiche dell’anoressia) 

 

S.L.A.A. – CARATTERISTICHE DELLA DIPENDENZA DAL SESSO E DALL’AMORE 

  1. Avendo pochi confini emotivi sani, ci coinvolgiamo sessualmente e ci leghiamo emotivamente agli altri senza conoscerli. 
  2. Temendo l’abbandono e la solitudine, indugiamo e ritorniamo a rapporti dolorosi e distruttivi, nascondendo così la nostra dipendenza sia a noi stessi che agli altri e diventando sempre più isolati e lontani dagli amici, dai nostri cari, da noi stessi e da Dio. 
  3. Temendo un vuoto emotivo e sessuale, ricerchiamo compulsivamente e ci coinvolgiamo in una relazione dopo l’altra, a volte realizzando più di un legame emotivo e sessuale contemporaneamente. 
  4. Confondiamo l’amore con il bisogno, con l’attrazione fisica, con la pietà ed il bisogno di salvare o di essere salvati. 
  5. Ci sentiamo vuoti e incompleti quando siamo soli. Sebbene abbiamo paura dell’intimità e di impegnarci, siamo sempre alla ricerca di relazioni e contatti sessuali. 
  6. Scarichiamo nel sesso lo stress, i sensi di colpa, la solitudine, la rabbia, la vergogna, la paura e l’invidia. Usiamo il sesso e la dipendenza emotiva come sostituti del nutrimento, delle cure e del sostegno affettivo. 
  7. Usiamo il sesso e il coinvolgimento emotivo per manipolare e controllare gli altri. 
  8. Ci lasciamo immobilizzare o ci facciamo seriamente distrarre dalle ossessioni e dalle fantasie romantiche o sessuali.
  9. Evitiamo la responsabilità verso noi stessi affezionandoci a persone emotivamente non disponibili. 
  10. Continuiamo ad essere schiavi della dipendenza emotiva, degli intrighi romantici o delle attività sessuali compulsive. 
  11. Per evitare di sentirci vulnerabili, potremmo ritirarci da ogni coinvolgimento emotivo, confondendo l’anoressia sessuale ed emotiva con il recupero. 
  12. Assegniamo qualità magiche agli altri, li idealizziamo e poi li biasimiamo per non aver soddisfatto le nostre fantasie ed aspettative. 

 

S.L.A.A. – CARATTERISTICHE DELL’ANORESSIA SESSUALE, SOCIALE ED EMOTIVA

  1. L’anoressia sessuale può nascondersi dietro a comportamenti estremi quali promiscuità sessuale, abbuffate alimentari, pulire in modo compulsivo, alcolismo e codipendenza; e/o comportamenti di deprivazione quali l’accumulo compulsivo, il risparmio compulsivo, seguire diete in modo compulsivo, anoressia alimentare e reazioni fobiche
  2. A volte il nostro pensiero distorto è stato influenzato da fattori culturali, sociali o da gruppi religiosi che vedevano il sesso in maniera negativa 
  3. Temendo il piacere sessuale, abbiamo comportamenti severi e giudicanti riguardo ai comportamenti sessuali. Temendo di essere scoperti, diventiamo socialmente e spiritualmente anoressici.
  4. Preoccupati e ossessionati dal diventare sessualmente attivi con gli altri, abbiamo un’intensa attività di fantasia sessuale o romantica
  5. A volte abbiamo una paura morbosa e persistente del contatto sessuale; quindi siamo ossessionati e siamo iper-vigili sulle questioni sessuali 
  6. A causa della deprivazione sessuale e dell’isolamento, possiamo alternare cicli di dipendenza sessuale all’anoressia sessuale, ma ci sentiamo più sicuri nell’anoressia sessuale. 
  7. Abbiamo una percezione distorta del nostro aspetto fisico. Talvolta abbiamo paura di essere notati e vogliamo sparire.
  8. Possiamo provare un intenso odio verso le nostre funzioni corporee per evitare qualsiasi connessione con il sesso. 
  9. Talvolta ci ossessioniamo, ci deprimiamo o abbiamo dubbi circa la nostra adeguatezza sessuale. 
  10. Alle volte proviamo un’eccessiva paura e preoccupazione verso le malattie sessualmente trasmissibili. 
  11. Talvolta proviamo un sentimento di grandiosità per il fatto di evitare il sesso ma comunque ci preoccupiamo e ci ossessioniamo per le intenzioni sessuali degli altri. 
  12. Talvolta proviamo vergogna e odio verso noi stessi per le nostre esperienze sessuali e reagiamo con comportamenti autodistruttivi per limitare, interrompere o evitare il sesso. 

 

  • Chiedo a …..di leggere il Concetto del mese di S.L.A.A. (SI LEGGE SOLO NELLA RIUNIONE DI SERVIZIO 2a SETTIMANA)

 

C’è qualcuno presente per la prima, seconda o terza volta? Qualcuno di ritorno dopo un’assenza? Benvenuti! Presentatevi solo col vostro nome, non è obbligatorio condividere. 

DA LEGGERE SOLO SE SONO PRESENTI NUOVI MEMBRI: 

Ai nuovi presenti consiglia di frequentare almeno 6 riunioni diverse per vedere se il Programma fa per te. Quello che sentirai potrebbe sembrare strano all’inizio ma molti di noi qui hanno trovato recupero dalla dipendenza dal sesso e dall’amore 

Se sono presenti nuovi venuti il moderatore chiede a un volontario di condividere un Dodicesimo Passo per portare la propria esperienza, forza e speranza al nuovo arrivato. Il nuovo venuto e il dodicesimo passo hanno facoltà di condividere 2 minuti a testa. Il moderatore chiede se c’è un volontario disposto a tenere il tempo.

 

Dichiarazione sul parlare incrociato 

Per garantire un ambiente sicuro per tutti si prega di evitare il parlare incrociato che significa interrompere gli altri quando stanno condividendo, indirizzare i propri commenti verso qualcun altro, fare commenti sulle condivisioni altrui, citare il nome di altre persone durante la condivisione. 

Ricordate, stiamo tutti lavorando per riappropriarci della nostra realtà, non quella degli altri. In questo gruppo, parliamo della nostra esperienza, forza, speranza e dei nostri sentimenti. Accettiamo senza commentare quello che dicono gli altri, perché è vero per loro e lavoriamo per assumere maggiori responsabilità nella nostra vita, piuttosto che dare consigli agli altri. 

Si prega di astenersi dall’uso di parole come “noi” o “tu” durante la propria condivisione. Nessuno può pensare o parlare al nostro posto. 

L’unica eccezione al parlare incrociato è durante una riunione con oratore, in questo caso i partecipanti possono commentare la condivisione dell’oratore. 

 

Argomento della riunione

  • Il moderatore annuncia l’argomento dell’incontro, segue la lettura di un brano di letteratura. SI RIMETTE COMUNQUE LA SCELTA ALLA COSCIENZA DI GRUPPO.

 

  • 1° SETTIMANA DEL MESE: Passo del mese dal Grande Libro di SLAA (es. Gennaio/1, Febbraio/2 etc.) OPPURE Un oratore che parli della propria esperienza per 10 minuti. 
  • 2° SETTIMANA DEL MESE: Tradizione del mese dal libro di AA 12&12 (es. Gennaio/1, Febbraio/2 etc.) OPPURE lettura dal The Journal + RIUNIONE DI SERVIZIO max 30 min. 
  • 3° SETTIMANA DEL MESE: Lettura Anoressia (Letture da The Journal e 50 domande che trovate in fondo al format) 
  • 4° SETTIMANA DEL MESE: Lettura dal Grande Libro a scelta o Capitolo 5 (Withdrawal ) o 40 domande dell’autodiagnosi SLAA che trovate in fondo al format 
  • 5° SETTIMANA DEL MESE: Oratore in recupero (10 min max) o lettura di una testimonianza.

 

“Ora si può cominciare a condividere: vi chiedo di disattivare i microfoni e di attivarli quando è il vostro turno.”

 

Il moderatore annuncia la durata del tempo di condivisione (3 oppure 2 minuti ……… ) e chiede se la persona che ha tenuto il tempo è ancora disponibile altrimenti chiede se c’è un volontario per tenere il tempo. Le condivisioni termineranno 10 minuti prima della fine della riunione.

 

10 min prima della fine del tempo a disposizione si iniziano a fare le letture di chiusura

S.L.A.A. CHIUSURA DELLA RIUNIONE

Il moderatore chiede: 

Chi può sponsorizzare scriva nella chat dichiarando la durata della propria sobrietà e i propri contatti telefonici. 

I nuovi venuti che cercano uno sponsor lo possono contattare direttamente. 

Ci sono volontari per chiamare i nuovi venuti? Date la vostra disponibilità scrivendo un messaggio nella chat. I nuovi venuti che desiderano essere chiamati possono contattare direttamente i membri coi quali si identificano maggiormente. Se avete bisogno di un ulteriore aiuto contattate il moderatore al termine dell’incontro. 

Ci sono delle comunicazioni per il gruppo? 

Il moderatore chiede se c’è un volontario che è disposto a tenere il gruppo per la prossima riunione (si suggerisce di cercare un gestore del gruppo Zoom che prenda l’impegno per almeno un mese al fine di garantire continuità al servizio ) 

Il moderatore chiede se qualcuno è disponibile a condurre la prossima volta. 

  • Chiedo a …..di leggere i Segnali di recupero di S.L.A.A. (I segnali di recupero dall’anoressia o i Doni nella 3a settimana a discrezione del moderatore) 

 

S.L.A.A. – SEGNALI DI RECUPERO 

  1. Cerchiamo di sviluppare un quotidiano rapporto con un Potere Superiore, nella consapevolezza di non essere soli nei nostri sforzi per cercare di recuperarci dalla nostra dipendenza. 
  2. Siamo disposti ad essere vulnerabili perché la nostra fede in un Potere Superiore ci ha restituito la capacità di avere fiducia. 
  3. Abbandoniamo, un giorno alla volta, la nostra strategia di vita e la nostra ossessione rivolte alla ricerca di intrighi romantici, sessuali e di dipendenza emotiva. 
  4. Impariamo a evitare situazioni che ci potrebbero mettere in pericolo fisicamente, moralmente, psicologicamente o spiritualmente. 
  5. Impariamo ad accettarci e ad amarci, ad assumerci la responsabilità della nostra vita e a prenderci cura dei nostri bisogni prima di coinvolgerci con gli altri. 
  6. Diventiamo disponibili a chiedere aiuto, permettendoci di essere vulnerabili e imparando ad avere fiducia e ad accettare gli altri.
  7. Siamo disposti a elaborare coscientemente il dolore derivante dalla nostra scarsa autostima, dalla nostra paura di essere abbandonati e dalle responsabilità. Impariamo a sentirci sereni nella solitudine. 
  8. Iniziamo ad accettare le nostre imperfezioni e i nostri errori in quanto caratteristiche del nostro essere umani, risanando le nostre vergogne e il nostro perfezionismo mentre lavoriamo sui difetti del nostro carattere. 
  9. Iniziamo a sostituire l’onestà a modi autodistruttivi di esprimere le nostre emozioni e i nostri sentimenti. 
  10. Diventiamo onesti nell’esprimere chi siamo, sviluppando una reale intimità nel rapporto con noi stessi e con gli altri. 
  11. Impariamo ad apprezzare il sesso come naturale risultato della condivisione, dell’impegno, della fiducia e della collaborazione all’interno di una relazione. 
  12. Un giorno alla volta, ci viene restituito l’equilibrio per mezzo della nostra partecipazione al processo di recupero. 

 

S.L.A.A. – SEGNALI DI RECUPERO DALL’ANORESSIA 

  • Ci sforziamo di smettere di comportarci secondo gli schemi dell’anoressia sessuale, sociale e emotiva e lavoriamo sui dodici passi di S.L.A.A. 
  • Non importa quanto ci sentiamo diversi o soli, cerchiamo il contatto con gli altri per dare aiuto e chiederlo. 
  • Cominciamo a sperimentare vite nuove e consapevoli. Vediamo rimuoversi miracolosamente i nostri antichi blocchi e abitudini mai messe prima in discussione. 
  • Ci apriamo alla vita, alla nostra e a quella degli altri.
  • Scopriamo la comunione sociale, le relazioni, il matrimonio, l’intimità e l’amicizia. 
  • Sperimentiamo un vero senso di appartenenza con una larga e inaspettata varietà di persone all’interno della fratellanza. 
  • Scopriamo come vivere vite sane, insieme o soli, senza essere più anoressici. 
  • Continuiamo a trovare la nostra propria via alla serenità e allo spirito e ciò è una sorpresa e una gioia per noi stessi e per le persone intorno a noi. 

 

  • Chiedo a …..di leggere le Promesse di S.L.A.A. o I Doni di Slaa Anoressia

Le Promesse di SLAA 

Se hai deciso di seguire i suggerimenti di questo programma, una nuova vita inizierà a svilupparsi dentro di te. Lungo questa vita ci sono le Promesse che ti guideranno e ti sosterranno. Esse si realizzano in mezzo a noi nella sobrietà, talvolta più velocemente e talvolta più lentamente. Queste sono le Promesse che noi di Slaa abbiamo riscontrato: 

  1. Noi riguadagneremo il controllo delle nostre vite. 
  2. Inizieremo a sentire dignità e rispetto per noi stessi. 
  3. L’isolamento scomparirà e noi inizieremo a godere della solitudine. 
  4. Non saremo più afflitti da un incessante senso di desiderio. 
  5. In compagnia di familiari ed amici, saremo presenti col corpo e con la mente. 6. Noi perseguiremo attività ed interessi che desideriamo per noi stessi. 
  6. L’amore sarà una decisione impegnata e consapevole e non un sentimento da cui ci sentiamo sopraffatti. 
  7. Ameremo ed accetteremo noi stessi. 
  8. Ci relazioneremo agli altri da uno stato di completezza. 
  9. Estenderemo noi stessi con lo scopo di nutrire la nostra crescita spirituale o quella di un altro.
  10. Faremo pace con il nostro passato e faremo ammenda verso coloro che abbiamo ferito. 12. Saremo grati per ciò che ci è stato donato, per ciò che ci è stato tolto e per ciò che è stato lasciato indietro. 

S.L.A.A. – I DONI (ANORESSIA) 

  • Siamo giunti a trovare l’intimità con noi stessi, con Dio e poi l’intimità con gli altri. 
  • Nei rapporti di coppia abbiamo scoperto l’esperienza completamente nuova di una sessualità come strumento non di dipendenza. 
  • In relazione con gli altri, abbandoniamo il potere e il prestigio fine a se stessi, come motivazione guida. 
  • Carriere lavorative che sono servite principalmente per la sicurezza materiale a discapito della realizzazione personale non ci attirano più. 
  • La nostra utilità come mezzi di recupero è stata un diretto risultato delle nostre esperienze sia nella malattia che nel recupero. 
  • Abbiamo scoperto che potevamo continuare a consolidare il nostro recupero lavorando con gli altri dipendenti dal sesso e dall’amore. 
  • Abbiamo scoperto che la sorgente di amore, che era Dio, ha cominciato a scorrere da dentro di noi.

 

  • La Settima Tradizione ci ricorda che “ogni gruppo SLAA dovrebbe autofinanziarsi completamente, declinando ogni contributo esterno”. Posteremo nella chat il link per praticare la Settima Tradizione.

(IL MODERATORE COPIA E INCOLLA QUESTO LINK NELLA CHAT: https://www.slaaitalia.it/donazioni/)

 

S.L.A.A. – FRASI DI CHIUSURA

Un messaggio sul Tredicesimo Passo: fare un Tredicesimo Passo significa manipolare un’altra persona in recupero, specialmente un nuovo venuto, per condurlo in una relazione sessuale, emotiva o romantica. Questo comportamento è fortemente scoraggiato in S.L.A.A. 

È giunto il momento di concludere il nostro incontro. Siamo incoraggiati a rimanere in contatto con gli altri membri al di fuori dell’incontro durante la settimana per ricevere supporto ed incoraggiamento. 

Vorremmo concludere riaffermando che le opinioni qui manifestate sono quelle dei membri che le hanno espresse. Prendete ciò che vi piace e lasciate il resto. L’anonimato è la base spirituale del nostro programma. Se dobbiamo recuperarci, dobbiamo sentirci liberi di dire ciò che abbiamo nella mente e nel cuore. Pertanto quello che è stato detto, sentito e visto qui rimanga tra le pareti di questa stanza. 

  • Dopo un momento di meditazione silenziosa, chi lo desidera può unirsi a me per la preghiera della serenità aprendo il microfono 

 

Preghiera della Serenità 

Dio, concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso e la saggezza di conoscerne la differenza. Sia fatta la tua volontà, non la mia 

Il moderatore chiede se ci sono domande da parte di qualcuno o qualche nuovo arrivato altrimenti saluta tutti e chiude la riunione 

 

50 domande dell’autodiagnosi sull’anoressia 

  1. Passi lunghi periodi della tua vita senza coinvolgerti in relazioni sessuali o romantiche? 2. Eviti di partecipare ad attività sociali per lunghi periodi? 
  2. Anche quando sei all’interno di una relazione, ti sei accorto che da lungo tempo non provi: sentimenti? sessualità? intimità? amicizia? 
  3. Stai da solo più di quanto vorresti, ma ti senti incapace di cambiare questa condizione? 
  4. Sul posto di lavoro hai problemi a sviluppare relazioni con gli altri, parlando solamente quando è assolutamente necessario, oppure nascondendoti dietro al lavoro? 
  5. Eviti le relazioni con un determinato genere? 
  6. Sei distaccato quando sei in gruppo? 
  7. Ti fā paura essere notata/o? 
  8. Stare con gli altri ti indebolisce, anche se ti piace la loro compagnia? 
  9. Vai regolarmente in panico oppure respingi le persone quando iniziano ad avvicinarsi troppo? 
  10. Provi spesso a eliminare o controllare completamente emozioni, impulsi sessuali o situazioni sociali? 
  11. Ti senti a disagio quando offri aiuto, affetto oppure amore? 
  12. Ti terrorizza incontrare qualcuno al quale sei attratto/a? 
  13. Ti senti pių sicuro quando una relazioni rimane a livello di flirt superficiale o di intrigo romantico? 
  14. Nutri un profondo pessimismo riguardo alle tue capacità di vivere una relazione intima e duratura?
  15. Sei continuamente attratto da persone che non soddisfano i tuoi bisogni? 
  16. Hai paura di rilassarti quando sei con altre persone perchè hai paura che questo potrebbe condurre a un approccio sessuale? 
  17. Fantastichi sull’avere una relazione senza effettivamente fare qualcosa per averne una? 
  18. Le tue abitudini sessuali, come per esempio la masturbazione, ti tengono lontano dalle relazioni? 
  19. Anedonia significa rifiutare di ricevere o dare piacere. Pensi di esserne afflitto? 
  20. Rinneghi regolarmente il tuo bisogno fisico ed emotivo degli altri? 
  21. Trovi difficile giocare e divertirti con gli altri? 
  22. E’ difficile per te fissare dei confini sani con gli altri al punto che ti isoli completamente? 24. Deve essere tutto perfetto prima di coinvolgerti con qualcuno? 
  23. Provi invidia per le persone più estroverse di te? 
  24. Senti che la tua espansività/estroversione sia inautentica? 
  25. La vergogna che provi per la tua vita ti porta a evitare le relazioni? 
  26. Usi i sentimenti di superiorità oppure inferiorità per tenerti lontano dagli altri? 
  27. Pensi che nessuna persona sana o attraente e nessuno gruppo di persone potrebbe volere qualcuno come te? 
  28. Fai fatica a dimostrare alle persone che tieni a loro? 
  29. Pensi di non essere “abbastanza” – abbastanza sveglio, abbastanza attraente, abbastanza vecchio, abbastanza giovane, abbastanza di successo e abbastanza sano, ________ per meritare una relazione?
  30. Resti in una relazione perché senti di non meritare niente di meglio oppure di non poter avere qualcosa di diverso? 
  31. Trovi estremamente difficile mostrare delle emozioni o dire la verità a qualcuno con cui desideri coinvolgerti? 
  32. Allontani gli altri con la freddezza? L’aggressività? La timidezza? 
  33. Preferisci stare da solo, piuttosto che mettere in discussione le scelte che ti fanno rimanere da solo? 
  34. Le tue paure di essere rifiutato o di sembrare sciocco sono così intense da farti sentire perennemente bloccato? 
  35. Hai il sospetto che la tua capacità di addentrarti nell’intimità con un altro sia danneggiata oppure perduta per sempre? 
  36. Hai una paura smodata di essere socialmente, sessualmente oppure emotivamente sfruttato oppure usato? 
  37. Ti senti spesso amareggiato oppure invidioso verso persone che hanno relazioni intime oppure vite socialmente attive? 
  38. Trovi il sesso ripugnante? 
  39. Senti che il sesso sia solo per persone sane e quindi non potrà mai essere per te? 42. Sei molto più aperto con persone che non possono approcciarti sessualmente? 
  40. Quando hai un appuntamento galante, definisci in anticipo un tempo limite rispetto a quanto tempo uscirai con quella persona? 
  41. Sei cosė legato alla tua famiglia di origine da escludenti dagli altri? 
  42. Sei principalmente attratto verso persone non disponibili? 
  43. Ritieni che non valga la pena coinvolgerti con altri perchè le tue esperienze passate sono state intimidatorie o dolorose – specialmente se gli altri voglio diventare pių intimi con te?
  44. Ti senti pių a tuo agio o pių in controllo della situazione quando rifiuti di fare sesso, di avere una relazione o quando declini occasioni di socializzazione? 
  45. Sei abitualmente pių aperto verso gli estranei rispetto quelli a cui sei vicino? 
  46. Ti senti così diverso dagli altri da temere che nessuno si possa prendere cura di te o che ti possa capire? 
  47. Senti che manca l’amore nella tua vita, e non sai ancora cosa fare a riguardo? 

40 domande dell’autodiagnosi 

  1. Hai mai provato a controllare quanto sesso fare e o quanto spesso vedere qualcuno? 2. Ti trovi incapace di smettere di vedere qualcuno anche se sai che vedere questa persona ti mette a disagio? 
  2. Senti di non voler che nessuno sappia delle tua attività romantiche o sessuali? 4. Ti senti su di giri grazie al sesso e o grazie a fantasie romantiche? 
  3. Hai fatto sesso in momenti inopportuni, in luoghi inappropriati e o con persone inadatte? 6. Fai a te stesso delle promesse che non riesci a mantenere relativamente ai tuoi comportamenti romantici o sessuali? 
  4. Hai fatto o fai del sesso con qualcuno con cui non vuoi o non volevi avere rapporti sessuali? 8. Credi che un’attività sessuale e o una relazione renderà la tua vita più sopportabile? 9. Hai mai sentito di dover fare del sesso a tutti i costi? 
  5. Credi che qualcun altro possa aggiustarti? 
  6. Tieni una qualche lista del numero dei partner che hai avuto? 
  7. Provi ansia o disperazione quando sei distante dal tuo partner? 
  8. Hai perso il conto del numero di partner che hai avuto? 
  9. Ti senti senza speranza a proposito del tuo bisogno di un amante, di un’avventura o di un(a) futuro(a) marito (moglie)? 
  10. Hai avuto rapporti sessuali senza preoccuparti delle possibili conseguenze (ad esempio la possibilità di essere scoperto, o il rischio di herpes, gonorrea, AIDS, ecc.)? 16. Trovi di avere un comportamento ripetitivo relativamente a relazioni negative?
  11. Senti che il tuo unico (o maggior) valore in una relazione è l’abilità della tua performance o il dare e o ricevere una dose di emozioni? 
  12. Ti senti non del tutto vivo fino a che non sei con il tuo partner? 
  13. Ti senti autorizzato a fare del sesso? 
  14. Ti trovi in una relazione che non puoi lasciare? 
  15. Hai mai intaccato la tua stabilità finanziaria o la tua vita sociale per cercare un partner? 22. Credi che i problemi della tua vita amorosa siano il risultato del continuare a rimanere con la persona sbagliata? 
  16. Una tua relazione stabile è mai stata intaccata o distrutta a causa di attività sessuali esterne? 24. Senti che la vita non avrebbe significato senza una relazione amorosa o senza il sesso? 25. Ti ritrovi a flirtare o ad amoreggiare con qualcuno anche se non ne avevi l’intenzione? 26. I tuoi comportamenti sessuali o romantici intaccano la tua reputazione? 27. Fai del sesso o hai una relazione per cercare di affrontare o fuggire i problemi della vita? 28. Sei a disagio a proposito della tua masturbazione, a causa della frequenza con cui ti masturbi o delle fantasie che hai in quel momento o del materiale che utilizzi e o dei luoghi in cui la pratichi? 
  17. Induci in pratiche di voyeurismo, esibizionismo, eccetera, in modi che ti mettono a disagio o ti danno pena? 
  18. Ti trovi ad aver bisogno di sempre maggior varietà ed energie nelle tue attività romantiche o sessuali, per raggiungere un livello “accettabile” di sollievo fisico ed emotivo? 31. Hai bisogno di fare del sesso o di innamorarti per sentirti un “vero uomo” o una “vera donna”? 
  19. Senti che il tuo comportamento romantico e sessuale è tanto gratificante quanto svuotante, come una porta girevole? 
  20. Sei incapace di concentrarti in altre aree della tua vita a causa dei pensieri o sentimenti che stai avendo a proposito di un’altra persona o a proposito del sesso? 
  21. Ti ossessioni per una specifica persona o atto sessuale anche se questi pensieri ti danno pena, disagio o una voglia insaziabile? 
  22. hai mai desiderato di poter interrompere o controllare le tue attività sessuali o romantiche per un certo periodo di tempo? 
  23. Vedi aumentare la pena nella tua vita, indipendentemente da ciò che fai? 37. Senti che stai perdendo di dignità e completezza?
  24. Senti che la tua vita sessuale e o romantica influisce in modo negativo sul tuo lato spirituale? 39. Senti che la tua vita è incontrollabile a causa di tuoi bisogni eccessivi di sostegno? 40. Hai mai pensato di poter fare di più nella tua vita se non fossi così guidato/a da scopi romantici e/o sessuali? 

 

IN CASO DI RIUNIONE DI SERVIZIO: CONCETTO DEL MESE 

Dodici Concetti SLAA 

  1. La responsabilità e autorità definitiva per i servizi mondiali di SLAA dovrebbe sempre risiedere nella coscienza collettiva di tutta la nostra Associazione. 
  2. La Conferenza Servizi Mondiali di SLAA è diventata, per ogni scopo pratico, la voce, l’autorità̀ e la coscienza effettiva della nostra fratellanza in tutto il mondo. 
  3. Per assicurare una leadership efficace, dovremmo dotare ogni parte di SLAA (The conference, le società di servizi relative al Consiglio Generale di Servizio, il personale, i comitati e i funzionari ) del diritto di decisione 
  4. A tutti i livelli, dovremmo mantenere il tradizionale “Diritto di Partecipazione ”, permettendo una rappresentanza di voto in proporzioni ragionevoli con le responsabilità che ciascuno deve assolvere. 
  5. In tutta la nostra struttura, dovrebbe prevalere il “ Diritto di appello ” per permettere alle opinioni della minoranza di essere ascoltate e ai reclami personali di ricevere un attenta considerazione. 
  6. La Conferenza dei Servizi Mondiali riconosce che l’iniziativa principale e la responsabilità attiva nella maggior parte delle questioni relative ai servizi mondiali dovrebbero essere esercitate dai membri fiduciari della Conferenza dei Servizi Mondiali che fungono da Consiglio dei Servizi Generali. 
  7. Il Regolamento e le ByLaws del Consiglio Generale di Servizio sono strumenti legali, che delegano ai fiduciari il potere di gestire e condurre le questioni di servizio mondiale. Il regolamento della Conferenza non è un documento legale; si basa sulla tradizione e sulla disponibilità di Slaa per l’efficacia finale.
  8. I fiduciari sono i principali pianificatori e amministratori della policy e delle finanze generali. Hanno il controllo custodiale dei servizi incorporati e sempre attivi e lo esercitano attraverso la loro abilità di eleggere tutti i direttori di questi enti. 
  9. Una buona leadership di servizio è indispensabile per la futura funzionalità e sicurezza dell’associazione. La guida primaria dei servizi mondiali, una volta esercitata dai fondatori, deve necessariamente essere assunta dai fiduciari. 
  10. Ogni responsabilità di servizio è bilanciata da un’autorità di servizio dagli obiettivi attentamente definiti. 
  11. I fiduciari dovrebbero essere sempre assistiti dai migliori comitati; direttori,funzionari, personale e consulenti. La composizione, le competenze, le procedure di induzione e i diritti e doveri dovrebbero essere materia di serio interesse. 
  12. La Conferenza dei Servizi Generali osserverà lo spirito delle Tradizioni di A.A., facendo accurata attenzione che la Conferenza non diventi mai un centro di pericoloso potere o ricchezza; che abbia come regola finanziaria il principio di riservarsi sufficienti fondi operativi più un’adeguata riserva; che nessuno dei membri della Conferenza sia mai posto in una posizione di ingiustificata autorità sopra alcuno degli altri membri; che le decisioni importanti siano prese dopo discussione, voto e , quando possibile, con una sostanziale unanimità; che nessuna azione della Conferenza sia mai di punizione personale o di incitamento a controversie pubbliche; che, anche se la Conferenza può agire per il servizio di Alcolisti Anonimi, non compierà mai alcun atto di governo; e che, come per la società di Alcolisti Anonimi che serve, la Conferenza stessa rimarrà sempre democratica nel pensiero e nell’azione. 

*Il formato utilizzato per aprire e chiudere le riunioni di S.L.A.A è soltanto suggerito. Non esistono formati “approvati” o “ufficiali”, in conformità alla Seconda e alla Quarta Tradizione, la Coscienza di gruppo può sempre apportare al formato delle riunioni le modifiche che ritiene più opportune per migliorare la trasmissione del messaggio. 

Note: 

  • Si suggerisce, per l’anonimato, di utilizzare un account Skype anonimo specifico per questi incontri – non utilizzare un account Skype o impostare un account Skype utilizzando il nome completo come ID o nome utente.
  • Requisiti per fare servizio: 24 ore di astinenza dal comportamento malsano di fondo come definito con il tuo sponsor. ( nel caso non ci sia nessuno che si offre che abbia la sobrieta necessaria è possibile che qualcun’altro prenda servizio al suo posto ) 
  • Il Segretario, si assicuri che il vicesegretario abbia sempre a portata di mano questo Meeting Format, così che se il Segretario inavvertitamente viene scollegato durante la riunione o fa cadere la chiamata, il vicesegretario possa richiamare il gruppo per riprendere l’incontro. Controllare la disponibilità delle letture prima di iniziare la riunione. 
  • Il Segretario deve avere questo Meeting format a portata di mano ed accedere all’account Skype “SLAAITALIA” 15 minuti prima dell’inizio. Quindi creare una chiamata di gruppo con tutti coloro che hanno richiesto di partecipare alla riunione, salutare i membri, e vedere chi sarà il responsabile della letteratura elettronica prima dell’inizio della riunione, cercando un volontario, se necessario. I documenti per le riunioni e le letture dovrebbero essere resi disponibili sul sito web. 

Nota: attualmente Skype può effettuare chiamate di gruppo su tutti i dispositivi. Per chi ha più dimestichezza con l’informatica sono disponibili maggiori informazioni nella sezione “Help” di Skype. 

Una volta che un partecipante alla riunione è stato aggiunto alla chiamata di gruppo, se si disconnette, può reinserirsi nella conversazione quando vuole cliccando l’apposito pulsante verde . Il segretario non può aggiungere nuovamente qualcuno già inserito in una chiamata di gruppo. 

E’ possibile per il segretario richiamare le persone che per problemi tecnici sono cadute dalla linea chiamandoli nuovamente. 

  • Segretario e vicesegretario: Per disattivare l’audio in entrata durante la riunione, andare su “Strumenti”, “Opzioni”, “Suoni”, togli la spunta a “IM in arrivo”, quindi fare clic su “Salva”. • L’incontro ha due ruoli stabili di servizio: Segretario e vicesegretario, preferibilmente per almeno un mese per ogni posizione, al fine di garantire che gl’incontri siano aperti e ospitati in maniera costante. Segretario/vicesegretario devono anche cercare gli ospiti da invitare. Il responsabile della letteratura può essere a rotazione settimanale o un ruolo di servizio stabile (o il ruolo può essere ricoperto da Segretario/vicesegretario). 

Si prega di ricordare sempre le posizioni vacanti in occasione del “rapporto di servizio” fino a che non si trovi chi le ricopra. (E se per la riunione successiva non c’è un Segretario che apra ed ospiti la riunione, mettete un annuncio con quest’esigenza sul gruppo WhatsApp per avvisare la fratellanza). Nessuno di questi ruoli è tecnicamente difficile, i segretari più esperti vi guideranno in ogni fase del processo.